ISTAT  - Guglielmo Loy
Loy: Un quadro incoraggiante, ma bisogna migliorare la qualità dell'occupazione
istat4_large.jpg
10/03/2017  | Occupazione.  

 

 

Quello fotografato dall’Istat è un quadro abbastanza incoraggiante per il mercato del lavoro. La consistente flessione della quota di inattivi, soprattutto per scoraggiamento, la riduzione dei disoccupati di lunga durata, il dietrofront del part-time involontario, sono elementi che ci inducono a pensare ad un leggero miglioramento del tessuto occupazionale.

 

Ma al netto della positività di questi indicatori, c’è un aspetto che non va dimenticato: la qualità della nostra occupazione. Abbiamo sacche di lavoratori border-line, spesso giovani, che gravitano per anni tra voucher, tirocini e volontariato, con la speranza di un contratto “genuino” di lavoro. 

 

E se sui voucher è iniziato un percorso correttivo all’uso distorto dello strumento, è altrettanto necessario che ciò avvenga anche per gli altri istituti, al fine di reindirizzare il mercato del lavoro verso la traiettoria di una occupazione di “qualità”.

 

 

 

Roma, 10 marzo 2017

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!