MANOVRA DI BILANCIO  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: «Speriamo che il Governo si renda conto che sulle pensioni serve un accordo»
Il leader della UIL in audizione alle commissioni bilancio di Camera e Senato
Barbagallo_Articolo_large.jpg
06/11/2017  | Sindacato.  

 

 

“Nella manovra di bilancio, luci e ombre: abbiamo apprezzato qualche sforzo, ma è insufficiente”. È, in estrema sintesi, il giudizio espresso dal Segretario generale della Uil intervenuto, oggi, in audizione alle Commissioni bilancio congiunte di Camera e Senato. “Abbiamo illustrato le nostre richieste sui vari punti della manovra, in particolare su lavoro, giovani, contratti del pubblico impiego. C’è il grosso nodo da sciogliere - ha sottolineato Barbagallo - e cioè quello della previdenza.

 

Continuiamo a discutere con il Governo perché speriamo che si rendano conto che serve un accordo. Ci vuole tempo - ha proseguito Barbagallo - per capire come e per chi si allunga la vita nel nostro Paese: i lavori non sono tutti uguali e l’aspettativa di vita non è uguale per tutti. Non ci può essere un criterio generale, dunque.

 

Noi chiediamo che venga istituita una Commissione scientifica e politica, con la presenza sia di esperti sia di rappresentanti del Governo e dei Sindacati, per capire come si evolve l’aspettativa di vita per i singoli lavoratori. Bisogna evitare - ha concluso Barbagallo - che ci sia chi riesce ad andare in pensione e godersela e chi, al contrario, non arriverà a godersi la pensione”. 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!