SINDACATI  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: “Con cooperazione internazionale attiva, Mediterraneo diventa bacino di pace e sviluppo"
La Uil organizza la Conferenza Euromediterranea
Barbagallo_top_29112019.jpg
29/11/2019  | Sindacato.  

 

 

Ancora una volta, la Uil è protagonista sul terreno delle proposte di cooperazione internazionale. Il Sindacato di via Lucullo, infatti, ha organizzato una Conferenza Euromediterranea sul tema “Quale Mediterraneo per quale futuro”, a cui hanno partecipato i leader dei sindacati dei Paesi rivieraschi, della Csi e della Ces, oltre a rappresentanti di Istituzioni nazionali e internazionali. Presenti, tra gli altri, il Segretario generale e il Segretario generale aggiunto della Uil, Carmelo Barbagallo e Pierpaolo Bombardieri, il Segretario generale della Ces, Luca Visentini, il Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, e la vice ministra per gli affari esteri, Emanuela Del Re.

 

“Da molti anni ormai - ha detto Barbagallo - la Uil sta affrontando il tema della centralità del Mediterraneo con iniziative specifiche che hanno coinvolto parti sociali, soggetti istituzionali e anche religiosi. Basti pensare all’evento che abbiamo organizzato nel 2017 a Lampedusa, dove siamo riusciti a riunire i Sindacati dei paesi arabi e di Israele e i rappresentanti delle principali religioni mondiali. Noi riteniamo, infatti - ha proseguito il leader della Uil - che l’area del Mediterraneo possa e debba diventare un bacino di pace e sviluppo, se si ragiona e si agisce secondo logiche di cooperazione multietnica e multireligiosa, e non certamente esportando armi. Con la cooperazione attiva - ha concluso Barbagallo - il sindacato può fare molto più di quanto facciano i governi di questi tempi”.

 

 

Roma, 29 novembre 2019

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!