SANITÀ  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: «serve una riforma della sanità per garantire i servizi ai cittadini e tutelare i lavoratori»
Il leader della Uil al convegno della Uil Liguria
top120919.jpg
12/09/2019  | Sindacato.  

 

 

«Ospedale-territorio» è il titolo del Convegno organizzato dalla Uil Liguria per analizzare le problematiche e le disfunzioni del sistema sanità nella Regione e nel Paese. Presenti, tra gli altri, il Segretario della Uil regionale, Mario Ghini, e il Segretario generale della Uil-Fpl, Michelangelo Librandi. L´iniziativa si è conclusa con un’intervista pubblica al Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo.

 

«Mancano risorse umane ed economiche - ha detto Barbagallo - che possano consentire al sistema sanitario di offrire ai cittadini un servizio adeguato ed efficiente. Bisogna coprire i vuoti di organico: è assurdo che per sopperire, ad esempio, alla mancanza dei medici si debba richiamare quelli in pensione. L´invecchiamento della popolazione, poi - ha proseguito il leader della Uil - pone una serie di esigenze e di problemi ai quali non si riesce a dare risposte. E capita anche che i cittadini, esasperati, considerino responsabili di questi disservizi gli stessi lavoratori del settore: il danno e la beffa. Serve, dunque - ha sottolineato Barbagallo - una riforma complessiva della sanità che, tra le altre cose, definisca costi standard ed eviti la politica dei tagli lineari. In questo quadro, anche una legge sulla non autosufficienza e un rafforzamento dell’assistenza domiciliare possono contribuire a una razionalizzazione del servizio sanitario e a una riduzione dei costi complessivi. Anche su questi temi - ha concluso il leader della Uil - vogliamo confrontarci con il Governo e con la Conferenza Stato-Regione, sapendo anche che occorre rinnovare i contratti del pubblico impiego, compresi quelli della sanità pubblica, oltre che della sanità privata».

 

 

Savona, 12 settembre 2019

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!