INDUSTRIA  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: “Senza un tessuto industriale solido, siamo destinati al declino”
Barbagallo_27072018.jpg
27/07/2018  | Sindacato.  

 

 

Il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, è intervenuto questo pomeriggio a Querceta per concludere la seconda edizione de “I quaderni del lavoro” organizzata dalla Uil Toscana. Al centro del dibattito, tra gli altri, il tema dell’industria come motore di sviluppo.

 

«La Toscana - ha sottolineato Barbagallo - vive, purtroppo, le stesse difficoltà di tutte le Regioni del nostro Paese. La vicenda Bekaert di Figline, ad esempio, è tanto grave quanto emblematica: ancora una volta, una multinazionale ha deciso di lasciare il nostro Paese con una scelta del tutto imprevista, unilaterale e sconcertante. Queste imprese badano esclusivamente al profitto, approfittando - è il caso di dire - di situazioni particolari. Siamo di fronte, infatti, alle conseguenze di una svendita di gioielli di famiglia. Lo stabilimento era ed è ben strutturato: un vero e proprio patrimonio che viene dismesso nel pieno dispregio del futuro degli addetti, delle loro famiglie e del territorio. Bisogna agire, subito, per salvaguardare occupazione e reddito di tutti i lavoratori coinvolti nella vicenda. Purtroppo - ha concluso Barbagallo - senza un tessuto industriale solido e senza infrastrutture, tutte le nostre Regioni, al Sud come al Nord, sono destinate al declino: noi, per la nostra parte, saremo in prima linea per evitare che ciò accada».

 

 

Querceta, 27 luglio 2018

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!